#WECANLAB360

Esplorazioni | Foto e Video a 360°

informazioni e curiosità Facebook

OVERNEXT

 
INTO THE MONTE CUCCO 360°

in collaborazione con:

OVERNEXT #WECANLAB

Il 31 luglio 2016 il sottoscritto con Manuele Cesarini e Mauro Barbacci, decidiamo di portare la Richo Theta 360° nella Grotta di Monte Cucco per arricchire l'archivio sempre più interessante di WECANLAB: bella realtà per tutti gli appassionati di arte e tecnologia.  In una splendida giornata siamo arrivati sul Monte Cucco, a Pian di Monte (Decollo Sud deltaplani). Abbiamo percorso un sentiero di circa 1800m per raggiungere l'ingresso Est della grotta a 1400 metri s.l.m.

Dopo una breve sosta siamo entrati alle 17:30 e dopo una discesa su scala metallica di 27m (Pozzo Miliani), eravamo pronti (foto1, 2 e 3)...

e con noi la Ricoh Theta 360° che si è comportata molto bene in un ambiente con 5° di temperatura costanti e più del 90% d'umidità per circa quattro ore.  Non ci siamo fatti sfuggire nulla e dopo aver fotografato le Condotte (4-5-6) e il passaggio (7) che porta alla prima sala, la Sala della Cattedrale;

Attraversata la Porta Egizia (11) si assiste, termine non esagerato, alla magnifica  Cascata Bianca (12 - 13),

qui abbiamo fatto tre scatti (8-9-10), da punti diversi.

per poi entrare nella mitica Sala Margherita (14-15-16-17-18-19-20), che deve il nome alla scienziata Margherita Mengarini, la prima donna ad entrare in grotta nell'aprile del 1892 accompagnata da Giambattista Miliani che, sul bollettino del CAI, volume XXV, N°58 del 1891/92, scrisse “in una giornata tutt’altro che favorevole per una escursione in montagna, ebbi l’onore di far da guida ed accompagnarvi la coltissima e gentile signora Margherita Mengarini, la prima signora che sia discesa ad aggirarsi fra il silenzio e le ombre di questa meravigliosa regione sotterranea. E però in memoria del fatto, ed in suo onore stappando una bottiglia di vino generoso, battezzammo dal suo nome la grande sala centrale che è la più ampia e bella di tutta la caverna”.

Dopo questa meraviglia, attraverso un comodo corridoio (21-22) si arriva nell'altrettanto mitica Sala del Becco (23-24-25) che prende il nome dalla forma della roccia che ci si trova di fronte appena entrati. Per i più curiosi questa sala ha visto la presenza di Steve McCurry che l'ha immortalata in alcuni scatti.

Incuranti del tempo, mai stanchi e sempre più curiosi, non abbiamo mai guardato l'orologio e quando siamo risaliti e usciti, ci siamo accorti che erano le 21, il vento si era alzato e raggiunti da due speleologi, che facevano rilevamenti di routine, prima di incamminarci lungo il sentiero, c'è stato il tempo per un altro scatto con sorrisi soddisfatti per questa bella esperienza tra amici, in compagnia della Ricoh Theta.

Alessandro Sebastianelli

powered by www.overnext.biz

INGRESSO EST
foto n. 1
INGRESSO EST
foto n. 2
INGRESSO EST
foto n. 3
CONDOTTE
foto n. 4
CONDOTTE
foto n. 5
CONDOTTE
foto n. 6
CONDOTTE
foto n. 7
CONDOTTE
foto n. 8
CONDOTTE
foto n. 9
CONDOTTE
foto n. 10
CONDOTTE
foto n. 11
CASCATA BIANCA
foto n. 12
CASCATA BIANCA
foto n. 13
SALA MARGHERITA
foto n. 14
SALA MARGHERITA
foto n. 15
SALA MARGHERITA
foto n. 16
SALA MARGHERITA
foto n. 17
SALA MARGHERITA
foto n. 18
SALA MARGHERITA
foto n. 19
SALA MARGHERITA
foto n. 20
verso la
SALA DEL BECCO
foto n. 21
verso la
SALA DEL BECCO
foto n. 22
verso la
SALA DEL BECCO
foto n. 23
SALA DEL BECCO
foto n. 24
SALA DEL BECCO
foto n. 25